Azucena – Tavolo Cavalletto 180×130 bronzato lucido

Disponibile

7.514

+ RICEVI IL 20% DI SCONTO IN FASE DI CHECKOUT UTILIZZANDO IL CODICE:  LOVEDESIGN20

 

[Prodotto nuovo non proveniente da expo]

[Spedizione in 3 – 4 settimane]

Il tavolo Cavalletto  si conferma come un grande classico contemporaneo, che attraversa indenne i decenni e si propone come vero e proprio must per il design di domani. Un tavolo talmente essenziale da sembrare una semplice struttura. Il prezzo si riferisce alla composizione basamento con finitura bronzata piano lucido.

Non trovi il prodotto che cercavi? Clicca qui e richiedi info!

    Richiedi Prezzo Speciale


      Richiedi prezzo per quantità maggiori di 4


      Il prezzo più basso negli ultimi 30 giorni è: 7.225 aggiornato il 5 Aprile 2024 COD: D_TV1B Categorie: , , Tag: , , , , , , , , ,

      Descrizione

      Azucena Tavolo rotondo Cavalletto longho palermo_dimensioniAzucena – Tavolo Cavalletto 180×130 bronzato lucido

      Azucena – Tavolo Cavalletto 180×130 bronzato lucido; Cavalletto è un tavolo talmente essenziale da sembrare una semplice struttura, oppure un disegno che si è materializzato per magia dallo schizzo su un foglio. Non per caso l’ispirazione è arrivata pensando ai cavalletti sui quali disegnava al Politecnico di Milano, quando studiava e realizzava i suoi primi progetti.

      In questo oggetto troviamo tutti gli elementi chiave del design di Luigi Caccia Dominioni: ovvero la sofisticazione delle curve, il rigore delle linee rette, il dialogo con la committenza, la facilità d’uso, la semplicità che combatte il banale, ma anche il minimalismo che non sottrae ma aggiunge bellezza. Estremamente equilibrato e dalle proporzioni senza tempo, Cavalletto non dimostra la sua età, anzi, si conferma come un grande classico contemporaneo che attraversa indenne i decenni e si propone come vero e proprio must per il design di domani.

      Luigi Caccia Dominioni

      Luigi Caccia Dominioni nasce a Milano il 7 dicembre 1913, nella casa di famiglia in piazza Sant’Ambrogio, casa che egli ricostruisce dopo la distruzione nel bombardamento dell’agosto 1943.

      Compie l’intero ciclo di studi, fino al Liceo classico, presso l’Istituto Leone XIII di Milano, retto dai Gesuiti. Nel 1931 si iscrive alla facoltà di Architettura al Regio Istituto Tecnico Superiore (futuro Politecnico di Milano). Durante gli studi universitari conosce Livio e Pier Giacomo Castiglioni, Cesare Cattaneo, Giannino Bernasconi – i futuri BBPR – e ha come insegnanti Luigi Moretti e Piero Portaluppi. Si laurea nel 1936 e consegue l’abilitazione professionale a Venezia. Nel 1937, con i fratelli Livio e Pier Giacomo Castiglioni, apre uno studio professionale: insieme a loro partecipa a vari concorsi, ottenendo brillanti risultati. La prima realizzazione nel campo del disegno industriale, insieme a loro, risale al 1938 e riguarda alcuni modelli di apparecchi radio per la Phonola, in seguito perfezionati e presentati nel 1940 alla VII Triennale di Milano; alla Triennale i tre architetti si fanno notare anche per l’allestimento di mostre e la produzione di altri oggetti di design, come le posate Miracoli. La sua attività professionale spazia dal design all’architettura e si svolge principalmente a Milano.

      Azucena

      Nel 1947 da Luigi Caccia Dominioni , Ignazio Gardella e Corrado Corradi Dell’Acqua fondano l’azienda. Il marchio italiano Azucena da sempre si distingue per le collezioni che uniscono eleganza formale, lusso understated, estetica pura e nitida e un’altissima manifattura.

      Azucena (dal nome della zingara dell’opera teatrale Il Trovatore) nasce per raccogliere progetti di mobili per destinarli all’arredo degli edifici da essi disegnati. Ritornano in vita una serie di pezzi divenuti iconici caratterizzati dall’unione di materiali diversi, ma sempre ricercati, e dalla ripresa di forme stilistiche tradizionali.

      Nel 2018, entra a far parte di B&B Italia, che lo ha voluto preservare e rilanciare, in una visione attiva dell’heritage italiano. Lo storico brand ritorna sul mercato con una serie di “classici moderni” disegnati dall’architetto Luigi Caccia Dominioni a partire dalla fine degli anni 40. Sedie, divani, tavoli e lampade che hanno scritto la storia del design made in Italy e che tornano oggi come testimonianza di classe e qualità.

      Informazioni aggiuntive

      Peso80 kg
      Dimensioni180 × 130 × 73 cm
      Brand

      designer