-10%

Driade – Sedia Bo senape

160 144

Risparmio: 10%

 

+ ULTERIORE 10% DI SCONTO SUL TUO PRIMO ACQUISTO UTILIZZANDO IL CODICE:  INSTANT10

 

Pronta consegna! [spedizione 3 – 4 giorni lavorativi]

Bo, sedia impilabili in polipropilene per uso sia interno che esterno, che assume uno speciale scatto, approfittando proprio dell’allargamento nel punto in cui il piano di seduta diviene schienale.

Non trovi il prodotto che cercavi? Clicca qui e richiedi info!

    Richiedi Prezzo Speciale


    Disponibile

    COD: D18034A 379 020 Categorie: , , , Tag: , , , , , , ,

    Driade – Sedia Bo senape

    Driade – Sedia Bo senape; Nel disegno della sedia “Bo” Starck parte da quelle che sono le regole canoniche per le sedie impilabili: le gambe anteriori più strette, quelle posteriori posizionate esternamente al filo del Bedile, ma, immediatamente, trasforma tali regole in un espediente atto a caratterizzare fortemente il progetto. Bo assume infatti uno speciale scatto, approfittando proprio dell’allargamento nel punto in cui il piano di seduta diviene schienale. Ecco allora che, nell’analizzare “bo”, ci si dimentica dell’impilabilità e quest’ultima, all’occorrenza, riesce senza alcuno “sforzo formale”.

    Philippe Starck

    Philippe Starck, architetto e designer di fama mondiale, ha disegnato per FIAM lo specchio in vetro Caadre, disponibile anche con televisore integrato (Caadre TV). Starck nasce a Parigi nel 1949 e studia prima presso la Notre Dame de Sainte Croix a Neuilly e poi si laurea presso l’École Nissim de Camondo di Parigi.

    Architetto d’esterni, d’interni e di prodotto, Starck è attivo su tutti i fronti del design. Nel 1989 realizza a Tokyo gli edifici Asahi e Nani Nani. Nel 1991, in un solo anno, progetta un edificio a Osaka, dieci edifici a Los Angeles, lo Angle Building ad Anversa, in Belgio, e un intero quartiere a Parigi. Come architetto d’interni disegna nel 1982 la sistemazione attuale dell’Eliseo, nel 1984 il Café Costes e nel 1985 il Manin di Tokyo.

    Oltre a collezioni di mobili per aziende francesi, italiane, spagnole, giapponesi e svizzere, crea lo spazzolino da denti Fluocaril, borse e valigie per Vuitton, articoli di arredo urbano per Décaux, bottiglie per Glacier, barche a vela per Bénéteau, veicoli, posateria e vasellame da tavola, computer. I premi ricevuti dal designer nel corso degli anni non sono pochi. Tra questi: Designpreis, Design Plus, iF Design Award, Red Dot Design Award, Good Design Award e Compasso d’Oro.

    Driade

    Driade è un laboratorio estetico alla continua ricerca della bellezza nell’abitare. Il vasto catalogo Driade comprende mobili per la casa, il giardino e gli spazi collettivi. Sono oggetti d’arte e d’uso quotidiano, anime che si fondono armonicamente. Questo costituisce l’unicità della proposta Driade nel mondo del design. Il laboratorio estetico nasce dal desiderio di introdurre sperimentazione nella serializzazione del prodotto industriale. La ricerca della creatività in ogni prodotto costituisce il senso stesso dell’impresa.

    Driade dà così vita a prodotti dagli attributi unici: eclettici, stravaganti ma al tempo stesso eleganti, senza tempo e soprattutto gioiosi. In questa alchimia di linguaggi e sensazioni ciascuno trova una Driade che gli assomiglia. L’arte dell’abitare è basata sul concetto che l’eclettismo, il mélange di culture, curiosità e sorpresa rappresentino la vera essenza della nostra epoca. Una predisposizione all’ascolto, uno stato di allerta, un’attenzione a registrare i segni provenienti dall’esterno e a tradurli poi in creazioni quotidiane. Questo rendersi permeabile alle differenze fa del progetto Driade una proposta di grande attualità aperta al futuro. Nega l’appiattimento della globalizzazione, ma ne intuisce la vitalità e la freschezza derivante dalla moltiplicazione dei luoghi di sviluppo delle idee.

    Informazioni aggiuntive

    Peso 20 kg
    Dimensioni 50 × 53 × 81 cm
    Designer

    Brand

    Colori

    ,

    Materiale